sito_blue

XT24 | Servitization

Condividi XT

Descrizione

La Servitization segna il passaggio da un’economia di prodotti ad un’economia di servizi ed esperienze fruibili mediante interfacce fisiche e digitali; rappresenta, insieme alla Digital Transformation, un driver chiave lungo il quale sviluppare la strategia d’innovazione sia per le aziende di servizi che per quelle manifatturiere.

Le aspettative dei clienti in termini di soluzione offerta e contenuto tecnologico della stessa continuano a crescere e obbligano i produttori ad accelerare i tempi del ciclo di rinnovo dei prodotti. In questo contesto, molte imprese manifatturiere hanno quindi deciso di estendere la propria offerta attraverso l’erogazione di servizi avanzati, spesso abilitati dalle nuove tecnologie, non solo a supporto del prodotto ma anche dei clienti e dei loro processi.

La strategia di “servitizzazione” o “service transformation” prevede appunto il passaggio dalla vendita di un prodotto o servizio standard, alla fornitura di una vera e propria soluzione, costituita da un pacchetto di prodotti e servizi (talvolta personalizzati) volti a soddisfare uno specifico bisogno di uno specifico cliente.

In questo Explore Talk abbiamo analizzato lo stato dell’arte della Servitization e i suoi impatti nei processi organizzativi, nei modelli di business e nella relazione con i clienti, grazie al coinvolgimento di aziende, startup B2B ed ecosistema della ricerca accademica.

Partner degli Explore Talks 2018 lo Studio di consulenza tributaria e legale Pirola Pennuto Zei & Associati, lo Studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partner di Milano, Coop Lombardia e il centro di uffici dedicati e spazi di co-working SPACES Milano.

INFO

Data 24 maggio 2018
Orario 19.00 – 21.00
Luogo Bastioni di Porta Nuova 21, Milano

Gli speaker
Valeria Murru

Nome Valeria
Cognome Murru
Professione Strategic Designer and Trend Researcher
Azienda GELLIFY

Servitization: da aziende di prodotto a “company as a service”

La presentazione di Valeria Murru illustra il cambio di paradigma che oggi affrontano le organizzazioni più innovative e che vede il passaggio da aziende di prodotto a “Company as a service”. GELLIFY ha inoltre presentato un modello proprietario di servitization costituito da tre step: customer relationship, revenue model, company assessment.

Sara Michelazzo

Nome Sara
Cognome Michelazzo
Professione Lead Product Designer
Azienda ThoughtWorks

“La guerra degli stomaci”: il caso Cookwell

La servitization ha impattato l’industria del food creando quella che in ThoughtWorks – società internazionale di sviluppo software e consulenze IT – viene chiamata “La guerra degli stomaci”. Il risultato è una profonda evoluzione del mondo dei supermercati e della grande distribuzione (GDO).

I competitor di un brand della GDO del food non sono più solo gli altri supermercati, ma anche i take-away e le app/siti che consegnano a casa il pasto del nostro ristorante preferito.

Attraverso la presentazione della case history Cookwell, un servizio del supermercato inglese Waitrose, è stato spiegato come come la filosofia “Upgrade your users, not your products” ha portato alla creazione di un servizio innovativo ad alto valore per il business e per i clienti.

Matteo Mantovani

Nome Matteo
Cognome Mantovani
Professione Healthcare Division Director
Azienda GlassUp

La servitization in ambito Industry 4.0

La “Servitization” è un processo di trasformazione inevitabile e inarrestabile, perché è nella natura dell’uomo: da sempre l’uomo ha la necessità costruire un ambiente adatto alla propria sopravvivenza, modificando radicalmente l’ambiente naturale.

Noi stessi siamo per natura mossi dalla necessità di aggiungere ​valore alla nostra esperienza di vita e i ​servizi sono da sempre stati i ​driver del cambiamento in ambito sociale, culturale, industriale e politico.

La pubblicazione dell’articolo “Servitization of business: Adding Value by Adding services”, ad opera della Prof.ssa Sandra Vandermerwe sull’​European Management Journal, segna in maniera definitiva l’ingresso dell’uomo e di qualsiasi sua iniziativa nell’​era della Servitization.

Oggi, a trent’anni dalla pubblicazione di quell’articolo, si dovrebbe forse cominciare a parlare di ​Network Servitization, o di ​Smart Servitization poiché, rispetto al 1988, i modelli di business, i processi organizzativi e le relazioni con i clienti sono ​esperienze condivise con altre ​forme di intelligenza sempre più performanti e con le quali ci dobbiamo confrontare.

Nel suo intervento – Matteo Mantovani, Healthcare Division Director GlassUp – si è affacciato al modo di ​vedere l’Industria 4.0, i processi B2B e B2C dal ​punto di vista dell’Artificial Intelligence Servitization in ambito biomedicale.

Daniela Selloni

Nome Daniela
Cognome Selloni
Professione  Service Designer e ricercatrice
Organizzazione POLIMI DESIS Lab, Politecnico di Milano

Conversazione con Daniela Selloni

La conversazione tra Daniela Selloni – Service Designer e ricercatrice @ POLIMI DESIS Lab, Politecnico di Milano – e Andrea Landini – Managing Partner GELLIFY, ha toccato alcuni aspetti legati all’esperienza del mondo della ricerca in progetti di “servitization” con le aziende e con il settore pubblico, fino ad arrivare a parlare delle principali innovazioni nel co-design dei servizi e del rapporto tra dati e co-design.

 Vuoi partecipare?

Diventa sponsor, speaker, organizza il tuo XT

Vuoi maggiori informazioni su questo Explore Talk?
Scrivi a exploretalks@gellify.com

Condividi XT

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.