×
  • healthcare

    XT20 | Healthcare

    Descrizione

    Il terzo appuntamento del 2017 è stato dedicato al tema dell’Healthcare, argomento caldo e cruciale per il futuro di una società più sostenibile.

    La tavola rotonda – che ha visto come protagonisti ben 7 guest speaker introdotti dalla giornalista e blogger di Nòva Sara Perro – è stata incentrata sul dialogo dedicato all’innovazione nel campo della salute umana e delle scienze della vita, attraverso il confronto e la contaminazione di idee tra incubatori, parchi tecnologici, start up e grandi aziende.

    Infatti l’aumento della percentuale di persone che raggiunge l’età avanzata pone numerose sfide da parte della sanità e delle aziende che operano nell’ambito delle scienze della vita, come quelle della “healthy longevity” e della “patient experience”. 

    Insieme a Marcello Coppa (CEO Coppa+Landini), Fabrizio Conicella (Direttore Generale Bioindustry Park Silvano Fumero), Giovanni Rizzo (Chief Innovation Division Z-Cube, Zambon Research Venture), Chiara Riccobene (Program Manager Moxoff), Matteo Tiberi (Sales Director wHospital Division/Lutech), Matteo Moscatelli (Head of Digital & Enterprise Services Siemens Healthineers) e Giuseppe Andreoni, Direttore del Master in Design del Sistema Prodotto Servizio per la Sanità, Politecnico di Milano – POLI.design si è parlato di digital transformation applicata alla sanità, precision medicine, genomica e predictive medicine: tutte innovazioni di frontiera che stanno supportando i processi diagnostici, gli ospedali, i pazienti e i territori nell’accompagnare il futuro della salute umana.

    Guarda il video dell’Explore Talk.

    INFO

    Data 18 maggio 2017
    Orario 19.00 – 21.00
    Luogo Polihub (Sala Arena), Milano
    Indirizzo Via Durando, 39 – Milano

    Gli speakers
    marcello-coppa

    Nome Marcello
    Cognome Coppa
    Professione CEO e Co-founder
    Organizzazione Coppa+Landini

    Trend analysis in healthcare

    Marcello Coppa – CEO di Coppa+Landini – è intervenuto come primo speaker di Explore Talks on Healthcare per dare alla platea alcuni primi elementi di ispirazione rispetto i principali driver del cambiamento e trend nell’ambito della salute umana.

    L’intervento ha avuto l’obiettivo di identificare i punti chiave del cambiamento nel settore “healthcare” a livello aggregato, organizzati in 3 unità logiche di senso:

    • macro-driver (macro-trend globali e tecnologie)
    • driver istituzionali (governance e sistema sanitario)
    • driver di mercato (patient experience e ramo del business)

    Leggi lo Storify>

    Fabrizio Conicella

    Nome Fabrizio
    Cognome Conicella
    Professione Direttore Generale
    Azienda Bioindustry Park Silvano Fumero

    From prevention to the chronic patient management

    Fabrizio Conicella – Direttore Generale del Bioindustry Park Silvano Fumero – è intervenuto ad Explore Talks on Healthcare con un contributo sul paradigma delle cure in medicina nel prossimo futuro.

    Conicella ha esordito con la constatazione che noi italiani viviamo in quello che attualmente è il migliore sistema sanitario al mondo.

    Ma è un sistema che non è ancora progettato per gestire molte patologie che da mortali stanno diventando croniche e che rappresentano una delle sfide determinanti del prossimo futuro.

    L’ecosistema della salute è un ecosistema complesso, che non coinvolge più solo le strutture sanitarie e il paziente, ma anche la famiglia, il mondo del lavoro, l’alimentazione ed è un sistema che viene “stressato” dai trend.

    Il settore dell’healthcare è soggetto ad un cambio di paradigma, ovvero il paradigma delle 4P (prevention, prediction, personalisation, participation), un sistema basato sullo scambio di informazioni e su reti sociali di supporto, il quale dovrebbe portare all’ospedalizzazione solo nel momento in cui il cliente è malato.

    Con questo nuovo paradigma è possibile creare nuovi mercati, e la gestione dell’healthcare è basata sul valore generato e non più sui costi. Il paziente viene quindi posto al centro con una quantità incredibile di informazioni generate.

    Se diventa possibile predire e prevenire, diventa possibile anche gestire in modo partecipativo la cronicizzazione delle patologie e il paziente assume una connotazione decisionale, e diventa un soggetto che possiede tutte le informazioni necessarie per poter prendere decisioni sulla propria salute.

    E’ stato affrontato anche l’utilizzo dell’Information Technology come elemento abilitatore delle cure. L’IT è uno strumento funzionale alla raccolta e gestione dei dati relativi ai pazienti, ma la gestione e valutazione dei dati generati diventa poi un problema scientifico.

    Il paradigma delle 4P è stato individuato come prioritario per lo sviluppo dei progetti di ricerca e dei mercati dal Cluster tecnologico nazionale delle Scienze della Vita ALISEI e sarà oggetto del prossimo “Meet in Italy for Life Sciences”, principale appuntamento per fare business e di aggiornamento a livello nazionale sui temi di attualità nell’ambito delle Scienze della Vita, in programma per l’11-13 ottobre a Torino.

    Leggi lo Storify >

    Chiara Riccobene

    Nome Chiara
    Cognome Riccobene
    Professione Program Manager
    Azienda Moxoff

    aXurge: la matematica va in corsia

    Moxoff è lo spinoff del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano.

    È  una realtà giovane e dinamica che coniuga il rigore e la competenza scientifica all’approccio ingegneristico multidisciplinare. Lavorando spesso per analogie matematiche riesce a implementare un costante ed efficace processo di trasferimento tecnologico. Dall’industria manifatturiera ai servizi, dall’energia al medicale, dal no profit all’alimentare, fino allo sport, Moxoff sviluppa metodi numerici e statistici per simulare e ottimizzare processi e prodotti.

    In ambito medico, Moxoff sta sviluppando aXurge, una piattaforma che supporta lo specialista vascolare nel trattamento dell’aneurisma aortico addominale. Grazie a innovativi algoritmi matematici, aXurge permette di analizzare al meglio le informazioni, e aiuta il medico nella configurazione dell’eventuale intervento.

    aXurge è frutto di una collaborazione tra Moxoff, il CMCS (laboratorio di ricerca dell’EPFL) e l’Università degli Studi di Milano e arriva dopo anni di ricerca in ambito biomedico portata avanti anche grazie a prestigiosi grant europei, come il progetto “MATHCARD (Mathematical Modelling and Simulation of the Cardiovascular System)“, coordinato dal Prof Quarteroni, che ha visto il coinvolgimento di gruppi di ricerca del Politecnico di Losanna e del Politecnico di Milano.

    Leggi lo Storify >

    Giuseppe Andreoni

    Nome Giuseppe
    Cognome Andreoni
    Professione Direttore del Master in Design del Sistema Prodotto Servizio per la Sanità
    Organizzazione Politecnico di Milano – POLI.design

    Sistemi indossabili per la salute e il benessere della persona

    Giuseppe Andreoni, Direttore del Master in Design del Sistema Prodotto Servizio per la Sanità del Politecnico di Milano-POLI.design, è intervenuto ad Explore Talks on Healthcare, fornendo un consistente contributo sull’ecosistema dei sistemi indossabili in ambito healthcare.

    La rapida evoluzione dei prodotti e del mercato conseguente alla digital transformation comporta la progettazione e lo sviluppo di un set di oggetti che stanno caratterizzando un’era tecnologica.

    I sistemi indossabili sono dispositivi intelligenti e integrati in contatto o in prossimità del corpo umano, capaci di misurare, elaborare e trasmettere parametri biomedici, biochimici e fisici e, se necessario, eseguire le azioni meccaniche.

    E’ stato poi citato un articolo di MD+DI (Medical Device + Diagnostic Industry), magazine statunitense che si rivolge ai produttori di device medicali, che evidenzia come i dispositivi wearable regolamentati come apparecchi medicali possono rivoluzionare l’ambito della salute umana.

    Leggi lo Storify >

    Matteo Tiberi

    Nome Matteo
    Cognome Tiberi
    Professione Chief Strategy Officer
    Azienda wHealth

    Informatica e Genetica per una vera precision medicine

    Matteo Tiberi, Chief Strategy Officer di wHealth, società del Gruppo Lutech che offre soluzioni digitali in ambito sanitario e sociale che permettono di passare “dal curare al prendersi cura”, è stato focalizzato sulle modalità con cui la dematerializzazione dei processi di cura, unita alle nuove tecniche di analisi dei profili genetici, possa portare alla reale applicazione della Precision Medicine.

    Tiberi ha poi introdotto un nuovo modello organizzativo per la gestione dei dati oncologici con alcuni esempi concreti per una nuova cura personalizzata. Il tema del nuovo modello organizzativo ben si collega ai contenuti espressi da Fabrizio Conicella durante il suo intervento.

    Leggi lo Storify >

    Matteo Moscatelli

    Nome Matteo
    Cognome Moscatelli
    Professione Head of Digital & Enterprise Services
    Azienda Siemens Healthineers

    L’ecosistema digitale di Siemens Healthineers: dall’analisi del dato alla medicina predittiva

    A conclusione degli interventi di Explore Talks on “Healthcare” è intervenuto Matteo Moscatelli – Head of Digital & Enterprise Services Siemens Healthineers Italia – per condividere l’esperienza di un’organizzazione corporate e raccontare in che modo la medicina predittiva può migliorare le performance del sistema sanitario riducendo al contempo costi e prestazioni e come si sta muovendo Siemens Healthineers in Italia nel portare innovazione in questo campo.

    Per Siemens Healthineers Italia chiave per il successo in questo campo sono la capacità di gestire e analizzare basi dati non strutturate e la capacità di partnership a 360° con l’ecosistema clienti-fornitori per allargare il network di competenze e lo spettro di applicazione delle soluzioni.

    Durante la presentazione è stato introdotto un modello progettato per aiutare gli ospedali ad aumentare propria performance.

    Leggi lo Storify >

    Photo gallery

    Rimani informato

    Iscriviti alla nostra newsletter

     Vuoi partecipare?

    Diventa sponsor, speaker, organizza il tuo XT

    Vuoi maggiori informazioni su questo Explore Talk?
    Scrivi a xt@coppalandini.com

    Read More
  • Robot

    XT19| Ro-bots

    Descrizione

    Quali sono le potenzialità della robotica fisica e della cosiddetta robotica di processo, ovvero dell’utilizzo dei bot software in svariate tipologie di organizzazioni (anche governative) per automatizzare quelle tipologie di lavoro ripetitivo e routinario?

    Insieme a studiosi di robotica e aziende che si occupano di automation e di intelligenza artificiale si è discusso dei nuovi scenari, ma anche del valore che potranno assumere le risorse umane all’interno delle organizzazioni.

    INFO

    Data 1 marzo 2017
    Orario 19.15 – 21.30
    Luogo Via Copernico 38, Milano

    Gli speaker
    Andrea Forni

    Nome Andea
    Cognome Forni
    Professione Founder
    Azienda Investirobot – Osservatorio sugli Investimenti in Robotica

    La nuova era dei robots: grandi opportunità e rischi

    Andrea Forni, Fondatore di Investirobot – Osservatorio sugli Investimenti in Robotica – e del Meetup Italiano di Robotica, ha condiviso con il pubblico insight sul mercato della robotica fisica e di processo, sulla crescita del mercato dei roboadvisor e delle auto a guida autonoma. Sono tutti ambiti che si prospettano come opportunità di investimento interessanti per i prossimi 10 anni.
    Si sta prospettando uno scenario per cui, da un lato si stima che sono stati creati 10 milioni di posti di lavoro grazie alla robotica, dall’altro che in un futuro non molto lontano circa il 47% dei lavori umani verranno sostituiti dall’intelligenza artificiale.
    Una fetta consistente del nuovo mercato è costituita dalle società che producono droni e software per droni, società di servizi collegati ai droni e società assicurative collegate al rischio volo.

    Leggi lo storify>

    Michele Berra

    Nome Michele
    Cognome Berra
    Professione Digital Marketing Manager
    Azienda Banca Mediolanum

    Vincenzo Anitra

    Nome Vincenzo
    Cognome Anitra
    Professione Marketing Canali Diretti
    Azienda Banca Mediolanum

    Vocal interaction & chatbot

    Michele Berra, Digital Marketing Manager e Vincenzo Anitra, Marketing Canali Diretti Banca Mediolanum hanno presentato l’introduzione e l’utilizzo di chatbot e intelligenza virtuale all’interno di un gruppo bancario italiano.
    Il business model di Mediolanum è tale da aver favorito, a partire dal 2013, l’introduzione di sistemi di interazione vocale come Nuance (assistenza virtuale ad interazione vocale che permetteva di accedere rapidamente a tutte le informazioni contenute nell’applicazione mobile di Banca Mediolanum). Il passo successivo è stato integrare NINA (Nuance Interactive Natural Assistant) su mobile, di cui Michele Berra ha condiviso un video di presentazione.
    Più avanti è stato creato internamente un assistente virtuale (chatbot) su facebook in versione basic, per via della facilità di utilizzo, di sviluppo, di tracciatura dei dati con Analitycs. Il chatbot di Mediolanum conosce in parte le esigenze del cliente o potenziale prospect.
    L’intervento si è concluso con la demo del Facebook Messenger Chatbot di Mediolanum da parte di Vincenzo Anitra.

    Leggi lo storify>

    Durante la presentazione è stato condiviso un video su Nina:

    foto-francesco-inguscio

    Nome Francesco
    Cognome Inguscio
    Professione CEO e Founder
    Azienda Nuvolab

    Quando l’umanità non servirà più

    Francesco Inguscio, CEO di Nuvolab, ha fatto un intervento con un taglio “filosofico” sul futuro dell’umanità con l’avvento esponenziale della robotica.
    Partendo dal concetto di schiavitù e servitù nell’antichità, passando per quello di progresso, è arrivato ad affrontare le leggi (non lineari) che governano le tecnologie, entrando nel merito di 3 di queste e gli effetti di un mondo che sta evolvendo alla velocità della luce sulla vita delle persone con una serie di best practice internazionali di robotica e intelligenza artificiale nei settori più disparati: dalla ristorazione al mondo legale, dal giornalismo al banking etc. La presentazione si conclude con una lettura in chiave positiva sul futuro di un’umanità che sarà “affollata” dai robot.

    Leggi lo storify>

    Durante la presentazione sono stati condivisi tre video che corrispondono rispettivamente alle slide 27, 28 e 29 della presentazione:

    L’intervento si è concluso con uno short film ispirazionale sulla digital transformation prodotto dal visionario Gerd Leonhard in collaborazione con Accenture:

    Fabio Malagnini

    Nome Fabio
    Cognome Malagnini
    Professione CMO & Co-founder
    Azienda Botfarmy

    Message in a chatbot. I bot tra hype e realtà, come interfaccia conversazionale e strumento di business automation

    L’intervento di Fabio Malagnini, CMO & Co-founder di Botfarmy – startup che progetta chatbot – si è concentrato sulle aspettative create dal settore dell’intelligenza artificiale e sulla famiglia di tecnologie legata ai chatbot.
    Il discorso dei chatbot si inserisce nell’ambito delle interfacce come conversazioni credibili. I punti maggiormente discussi durante il talk sono l’utilità di questo tipo di mezzo, i settori maggiori di utilizzo e il perché sono già considerate “le nuove app”. Malagnini ha concluso il suo intervento presentando alcuni filoni applicativi, come l’ambito editoriale e i chatbot associati a servizi di e-commerce.
    Lo scenario più interessante che si prospetta sarà costituito da interfacce sufficientemente sofisticate che cambieranno il workflow all’interno delle organizzazioni.

    Leggi lo storify>

    Read More
  • maps

    XT18 | Maps

    Descrizione

    Il primo appuntamento del 2017 è stato dedicato al potenziale delle mappe nella sfida esplorativa dello spazio fisico e mentale. L’esplorazione e la creazione di mappe sono sempre stati legati. Raccontare lo spazio fisico e mentale attraverso questa forma di infografica è una sfida quantomai attuale. L’importanza chiave della sfida logistica e l’overload di informazioni richiedono la capacità di sapersi orientare e navigare.

    Una mappa non è soltanto una carta geografica, ma una metafora spaziale di conoscenza.

    INFO

    Data 26 gennaio 2017
    Orario 19.15 – 21.00
    Luogo Teatro di Copernico, Milano
    Indirizzo Via Copernico, 38 – Milano

    Gli speakers
    Massimo Carta

    Nome Massimo
    Cognome Carta
    Professione Architetto e urbanista, PhD in Progettazione urbana, territoriale e ambientale
    Organizzazione Università di Firenze

    Costruire mappe per i progetti di territorio: interpretare contesti e “comunità”

    L’intervento di Massimo Carta, architetto e urbanista con un PhD in Progettazione urbana, territoriale ed ambientale presso l’Università di Firenze è stata un’esplorazione tra fonti, parole chiave, alcuni nodi problematici e alcune direzioni di ricerca sulle mappe, tra cui le mappe emozionali e le mappe di comunità.

    Massimo Carta è anche vicepresidente dello spin-off accademico “Mhc – progetto di territorio” dell’Università di Firenze.

    L’acronimo sta per “mapping hyperlocal communities”, realtà con la mission di introdurre innovazione in metodi e strumenti di rappresentazione interattiva per accrescere l’efficacia dei processi partecipati di trasformazione urbana e territoriale.

    Leggi lo Storify>

    Fulvio Iori

    Nome Fulvio
    Cognome Iori
    Professione Co-founder & Business Development GoCloud/Mapadore
    Azienda GoCloud/Mapadore

    Mappe e algoritmi

    Fulvio Iori, Co-founder & Business Development Mapadore / GoCloud, ha una particolare passione per le mappe da quando era bambino.
    Questa sua passione lo ha condotto, insieme ai suoi soci, a fondare GoCloud, SaaS B2B che negli anni si è evoluto in un software as a service che permette l’efficientamento operativo delle forze vendita attraverso una serie di abbinamenti algoritmici di geo-ottimizzazione.
    Una bella storia di passione che è diventata lavoro e startup.

    Leggi lo Storify >

    Massimiliano Cucciniello

    Nome Massimiliano M.
    Cognome Cucciniello
    Professione UX/UI Designer
    Azienda Coppa+Landini

    Map interfaces

    L’intervento di Massimiliano M. Cucciniello, UX/UI Designer di Coppa+Landini, ha avuto come focus le interfacce navigabili per accedere ad un sistema definito di servizi o a mondi immaginari. Dai microchips del futuro ai nostri corpi umani come dispositivi: si è parlato anche delle prospettive futuristiche di accesso alle mappe.

    Leggi lo Storify >

    Rimani informato

    Iscriviti alla nostra newsletter

     Vuoi partecipare?

    Diventa sponsor, speaker, organizza il tuo XT

    Vuoi maggiori informazioni su questo Explore Talk?
    Scrivi a xt@coppalandini.com

    Read More